Dacia Sandrider: la nuova sfida della casa automobilistica rumena

Dacia, marchio che fa parte del Gruppo Renault, ha svelato la sua ultima creazione: la Sandrider. Questa vettura sarà protagonista della Dakar e del Mondiale Rally Raid a partire dal 2025. La squadra Dacia ha già annunciato i piloti che prenderanno parte a queste competizioni avvincenti.

La Sandrider è frutto della collaborazione con Prodrive e il supporto del Gruppo Renault. I progettisti si sono ispirati al design della SUV Dacia Manifesto per creare la base di questa nuova vettura da corsa. Si prevede che il progetto durerà almeno tre anni, ma potrebbe essere prolungato.

Ciò che rende la Sandrider davvero speciale è il suo motore. Dacia ha scelto un potente motore biturbo V6 da 3 litri, sviluppato da Nissan e utilizzato anche nelle sportive Nissan Z. Per alimentare questo propulsore, verrà utilizzata una benzina sintetica realizzata da Aramco, partner ufficiale di Dacia in questo progetto.

I primi test della vettura avverranno nel mese di aprile, seguiti dal debutto ufficiale al Rallye du Maroc a ottobre. Questa sarà una prova importante per prepararsi alla sfida della Dakar 2025.

La Sandrider si distingue anche per le sue caratteristiche tecniche impressionanti. Il telaio è realizzato in fibra di carbonio, mentre il motore eroga una potenza massima di 265 kW/360 cv. La trazione è integrale e le sospensioni sono a doppio triangolo, con un’escursione degli ammortizzatori di 350 mm. Con una lunghezza di 4,140 metri e una larghezza di 2,290 metri, la Sandrider è pronta per affrontare ogni terreno.

La Dacia Sandrider rappresenta una nuova sfida per il marchio rumeno, che si dà l’obiettivo di competere al massimo livello nel mondo dei rally raid. Con il suo design audace, il motore potente e le caratteristiche tecniche all’avanguardia, questa vettura sicuramente farà parlare di sé nelle prossime competizioni.

FAQ sezione:

1. Qual è la Sandrider?
La Sandrider è l’ultima creazione di Dacia, un marchio del Gruppo Renault. È una vettura da corsa che sarà utilizzata nella Dakar e nel Mondiale Rally Raid a partire dal 2025.

2. Con chi ha collaborato Dacia per creare la Sandrider?
Dacia ha collaborato con Prodrive e ha ricevuto il supporto del Gruppo Renault per creare la Sandrider.

3. Qual è la base di design della Sandrider?
I progettisti si sono ispirati al design della SUV Dacia Manifesto per creare la base di questa nuova vettura da corsa.

4. Qual è il motore utilizzato nella Sandrider?
La Sandrider utilizza un potente motore biturbo V6 da 3 litri, sviluppato da Nissan e utilizzato anche nelle sportive Nissan Z.

5. Qual tipo di carburante verrà utilizzato nella Sandrider?
Per alimentare il motore, verrà utilizzata una benzina sintetica realizzata da Aramco, partner ufficiale di Dacia in questo progetto.

6. Quando avverranno i primi test della Sandrider?
I primi test della vettura avverranno nel mese di aprile.

7. Quando avverrà il debutto ufficiale della Sandrider?
Il debutto ufficiale della Sandrider avverrà al Rallye du Maroc a ottobre.

8. Quali sono le caratteristiche tecniche della Sandrider?
La Sandrider ha un telaio in fibra di carbonio, un motore con una potenza massima di 265 kW/360 cv, trazione integrale e sospensioni a doppio triangolo con un’escursione degli ammortizzatori di 350 mm. La vettura ha una lunghezza di 4,140 metri e una larghezza di 2,290 metri.

Link correlati:
Dacia
Gruppo Renault
Nissan
Aramco