Gli strumenti di decriptazione di Kaspersky rendono la lotta al ransomware efficace

Kaspersky, azienda di sicurezza informatica globale, ha raggiunto un importante traguardo con i suoi strumenti di decriptazione disponibili attraverso l’iniziativa No More Ransom e il portale No Ransom. Finora, questi strumenti gratuiti hanno registrato oltre 360.000 download, offrendo soluzioni efficaci per il recupero dei dati alle vittime di ransomware.

L’impegno di Kaspersky nella lotta al ransomware dura da sette anni, durante i quali gli strumenti di decriptazione gratuiti dell’azienda sono stati fondamentali per aiutare quasi 2 milioni di vittime in tutto il mondo. Questo dimostra l’enorme impatto dell’iniziativa No More Ransom sostenuta da Kaspersky.

Oltre a supportare No More Ransom, Kaspersky ha creato anche il proprio portale chiamato “No Ransom”, che fornisce una suite completa di risorse e strumenti per combattere le infezioni da ransomware. Questo hub è stato lanciato nel 2015 in collaborazione con la Polizia Nazionale dei Paesi Bassi ed è diventato una risorsa globale che aiuta gratuitamente le persone.

Gli strumenti di decriptazione di Kaspersky sono stati scaricati oltre 360.000 volte dal 2018 fino alla fine del 2023. Questo significa che le vittime hanno potuto recuperare i propri dati critici senza dover cedere alle richieste di riscatto. Uno strumento di decriptazione particolarmente importante è stato rilasciato da Kaspersky nel marzo 2023, progettato per aiutare le vittime di un ransomware basato sul codice sorgente di Conti.

La collaborazione tra settore pubblico e privato è fondamentale nella lotta contro il ransomware. Iniziative come No More Ransom e No Ransom dimostrano l’efficacia degli sforzi collettivi nel fornire supporto alle vittime e nel diffondere consigli di prevenzione. È essenziale che le persone comprendano che pagare riscatti ai criminali informatici non è mai una soluzione. Al contrario, si incoraggia fortemente l’utilizzo degli strumenti di decriptazione disponibili e delle risorse fornite attraverso queste iniziative di collaborazione.

Kaspersky ha dimostrato nel tempo una solida esperienza nella creazione di iniziative gratuite per combattere i cyberattacchi. Prima di coinvolgersi in No More Ransom, l’azienda aveva creato Stop Gpcode nel 2008, un’iniziativa internazionale contro il ransomware.

Il ransomware continua a evolversi rapidamente, con un numero sempre crescente di nuove varianti dannose. Questo sottolinea l’importanza di implementare misure di protezione robuste per difendersi efficacemente da questa minaccia sempre più pervasiva.

La lotta al ransomware richiede una collaborazione continua tra tutti gli attori coinvolti, inclusi gli esperti di sicurezza informatica, le forze dell’ordine e il settore privato. Sono necessari sforzi congiunti per combattere questa minaccia e garantire la sicurezza dei dati delle persone e delle organizzazioni.

Per saperne di più su come contribuire alla lotta contro il ransomware o per utilizzare gli strumenti di decriptazione di Kaspersky, è possibile visitare il sito web dell’iniziativa No More Ransom all’indirizzo nomoreransom.org o il sito web No Ransom all’indirizzo noransom.kaspersky.com. La sicurezza informatica è una priorità e tutti possono fare la loro parte nella difesa contro il ransomware.

Kaspersky, l’azienda di sicurezza informatica, ha raggiunto un traguardo importante attraverso l’iniziativa No More Ransom e il portale No Ransom. Gli strumenti di decriptazione gratuiti offerti hanno registrato oltre 360.000 download, aiutando le vittime di ransomware a recuperare i propri dati.

L’iniziativa No More Ransom dura da sette anni e ha aiutato quasi 2 milioni di vittime di ransomware in tutto il mondo. L’azienda ha anche creato il portale No Ransom, in collaborazione con la Polizia Nazionale dei Paesi Bassi, fornendo risorse e strumenti gratuiti per combattere le infezioni da ransomware.

Questi strumenti di decriptazione sono stati scaricati oltre 360.000 volte dal 2018 al 2023, consentendo alle vittime di recuperare i propri dati senza pagare un riscatto. Un importante strumento di decriptazione, rilasciato nel marzo 2023, aiuta le vittime di ransomware basato sul codice sorgente di Conti.

La collaborazione tra settore pubblico e privato è cruciale nella lotta contro il ransomware. Pagarlo non è una soluzione, ma è importante utilizzare gli strumenti di decriptazione gratuiti e le risorse messe a disposizione da queste iniziative di collaborazione.

Kaspersky ha dimostrato la sua esperienza con Stop Gpcode, un’iniziativa contro il ransomware creata nel 2008. Tuttavia, il ransomware continua a evolversi rapidamente, quindi è importante implementare misure di protezione robuste per difendersi da questa minaccia.

La lotta contro il ransomware richiede una collaborazione continua tra esperti di sicurezza informatica, forze dell’ordine e settore privato. È necessario un impegno congiunto per garantire la sicurezza dei dati delle persone e delle organizzazioni.

Per saperne di più sull’iniziativa No More Ransom o utilizzare gli strumenti di decriptazione di Kaspersky, è possibile visitare il sito web No More Ransom link o il sito web No Ransom link. La sicurezza informatica è una priorità e ognuno può fare la propria parte nella difesa contro il ransomware.