Riot Games: La chiusura di Riot Forge e i cambiamenti nella strategia aziendale

Riot Games, uno dei principali sviluppatori di videogiochi al mondo, ha annunciato oggi una decisione strategica che comporterà la chiusura di Riot Forge, la sua divisione interna dedicata allo sviluppo di spin-off di League of Legends. Inoltre, l’azienda si è vista costretta a licenziare circa l’11% dei suoi dipendenti, pari a 530 persone.

Secondo il comunicato stampa rilasciato da Riot Games, questa scelta è stata dettata principalmente dallo scarso successo di alcuni progetti su cui la compagnia puntava molto. I costi associati a questi investimenti non hanno prodotto il ritorno economico sperato, mettendo a rischio l’intera azienda. Pertanto, la chiusura di Riot Forge e i licenziamenti sono diventati necessari per garantire la sostenibilità futura dell’azienda.

A differenza delle dichiarazioni originali riportate nell’articolo, Riot Games ha scelto di sostituire le citazioni del CEO con un messaggio descrittivo nel comunicato stampa. In esso, viene sottolineato che l’azienda sta rivalutando alcuni progetti e sta adottando nuove strategie di lavoro per garantire un futuro più sostenibile. Nonostante la necessità di licenziamenti, l’azienda ha assicurato che i dipendenti coinvolti riceveranno benefit e supporto finanziario per sei mesi.

Inoltre, Riot Games ha confermato che i giochi già pubblicati di Riot Forge, tra cui Ruined King, Hextech Mayhem, The Mageseeker, Convergence e Song of Nunu, continueranno ad essere supportati. Tuttavia, non verranno sviluppati ulteriori spin-off di League of Legends da Riot Forge.

Mentre l’azienda affronta questa fase di cambiamento, i giocatori potranno comunque contare su Riot Games per continuare a offrire esperienze di gioco coinvolgenti e di alta qualità. Inoltre, Riot ha assicurato ulteriori novità per gli appassionati di League of Legends nel prossimo futuro.

Nonostante la chiusura di Riot Forge e i licenziamenti annunciati, Riot Games continua a essere un punto di riferimento nel settore dei videogiochi e rimane impegnata nell’offrire esperienze di gioco innovative e coinvolgenti ai suoi milioni di fan in tutto il mondo.

Domande frequenti:

1. Perché Riot Games ha annunciato la chiusura di Riot Forge?
Risposta: Riot Games ha preso questa decisione a causa dello scarso successo di alcuni progetti e dei costi associati che non hanno prodotto il ritorno economico desiderato. Questo metteva a rischio l’intera azienda, quindi la chiusura di Riot Forge è diventata necessaria per garantire la sostenibilità futura dell’azienda.

2. Quanti dipendenti verranno licenziati?
Risposta: L’azienda ha annunciato il licenziamento di circa l’11% dei suoi dipendenti, pari a 530 persone.

3. Cosa succederà ai giochi già pubblicati da Riot Forge?
Risposta: I giochi già pubblicati da Riot Forge, come Ruined King, Hextech Mayhem, The Mageseeker, Convergence e Song of Nunu, continueranno ad essere supportati, ma non verranno sviluppati ulteriori spin-off di League of Legends da Riot Forge.

4. Cosa succederà ai dipendenti licenziati?
Risposta: Nonostante i licenziamenti, Riot Games ha assicurato che i dipendenti coinvolti riceveranno benefit e supporto finanziario per sei mesi.

5. Riot Games continuerà a offrire esperienze di gioco coinvolgenti?
Risposta: Sì, nonostante la chiusura di Riot Forge e i licenziamenti, Riot Games rimane impegnata nell’offrire esperienze di gioco innovative e coinvolgenti ai suoi milioni di fan in tutto il mondo.

Terminologia:

1. Spin-off: Si riferisce a un gioco o prodotto che deriva da un’opera o una serie principale già esistente.

2. League of Legends: È un popolare videogioco online multiplayer gratuito, sviluppato e pubblicato da Riot Games.

3. Comunicato stampa: È un documento ufficiale inviato ai media per fornire informazioni o annunci importanti.

Link consigliati:

1. Riot Games (Pagina principale di Riot Games)
2. League of Legends (Pagina principale di League of Legends)