Scoperte archeologiche rivelano antichi paesaggi sommersi in Australia: Nuove informazioni sulla migrazione umana precoce

Un nuovo studio condotto da un gruppo di archeologi e scienziati della Terra ha portato alla luce affascinanti dettagli sui antichi territori di Sahul, la massa continentale che comprendeva l’Australia e la Nuova Guinea durante l’era glaciale. La ricerca, pubblicata su Quaternary Science Reviews, rivela informazioni cruciali su un periodo meno conosciuto della storia umana.

Per molti millenni dell’antica storia umana in Australia, livelli del mare più bassi hanno svelato una vasta distesa di terra nel nord-ovest del continente, collegando le regioni di Kimberley e Arnhem Land in un’area contigua. Attraverso un’analisi dettagliata di dati batimetrici ad alta risoluzione, gli scienziati hanno scoperto che questa regione, ora sommersa, era in realtà un vasto arcipelago durante lo Stadio Isotopico Marino 4, che risale a circa 71.000-59.000 anni fa. Questo arcipelago è rimasto stabile per 9000 anni durante questo periodo.

Successivamente, durante lo Stadio Isotopico Marino 2, compreso tra i 29.000 e i 14.000 anni fa, questa regione sommersa si è trasformata in una piattaforma continentale completamente esposta. Caratterizzata da un mare interno adiacente a un grande lago d’acqua dolce, circondato da alte scarpate tagliate da profonde gole.

La modellazione demografica del team di ricercatori ha indicato che questa piattaforma sommersa ha potuto sostenere popolazioni che variavano da 50.000 a 500.000 persone in diversi periodi, durante gli Stadi Isotopici Marini 4-2. Tuttavia, i cambiamenti rapidi del livello del mare tra 14.500 – 14.100 anni fa e tra 12.000 e 9.000 anni fa hanno portato all’inondazione rapida del 50% della Piattaforma Continentale Nord-occidentale. Questi eventi hanno causato profondi cambiamenti nelle comunità umane locali, costringendole a ritirarsi verso l’interno.

Secondo il ricercatore principale Kasih Norman, la presenza di questo vasto arcipelago ha facilitato la dispersione dei primi esploratori marittimi dalla regione dell’odierna Indonesia verso il continente di Sahul. La ricerca ha anche evidenziato il ruolo critico che i margini continentali sommersi hanno giocato nelle prime espansioni umane.

Le implicazioni di queste scoperte sono significative e sottolineano la necessità di rivalutare la narrazione della migrazione umana precoce e l’impatto dei cambiamenti climatici sulle antiche popolazioni. La ricerca archeologica subacquea in Australia sta contribuendo a una comprensione globale di questi processi. Le intuizioni fornite dai paesaggi sommersi sono cruciali per comprendere la nostra storia umana condivisa e promettono di svelare ulteriori segreti nel futuro.

Domande frequenti (FAQs)

1. Quali dettagli interessanti sono stati scoperti grazie allo studio condotto sulla massa continentale di Sahul?
Il nuovo studio ha portato alla luce dettagli affascinanti sulla storia degli antichi territori di Sahul, la massa continentale che comprendeva l’Australia e la Nuova Guinea durante l’era glaciale. Lo studio ha rivelato che una vasta regione, ora sommersa, era in realtà un vasto arcipelago durante lo Stadio Isotopico Marino 4, risalente a circa 71.000-59.000 anni fa. Successivamente, questa regione si è trasformata in una piattaforma continentale completamente esposta durante lo Stadio Isotopico Marino 2, compreso tra i 29.000 e i 14.000 anni fa.

2. Che tipo di popolazioni potevano vivere sulla piattaforma continale sommersa?
La modellazione demografica indica che questa piattaforma sommersa poteva sostenere popolazioni che variavano da 50.000 a 500.000 persone in diversi periodi durante gli Stadi Isotopici Marini 4-2.

3. Come sono stati influenzati gli antichi insediamenti umani dalle variazioni del livello del mare?
Cambiamenti rapidi del livello del mare tra 14.500 – 14.100 anni fa e tra 12.000 e 9.000 anni fa hanno portato all’inondazione rapida del 50% della Piattaforma Continentale Nord-occidentale. Questi eventi hanno causato profondi cambiamenti nelle comunità umane locali, costringendole a ritirarsi verso l’interno.

4. Qual è il ruolo dell’arcipelago nella storia della migrazione umana?
Secondo il ricercatore principale Kasih Norman, la presenza di questo vasto arcipelago ha facilitato la dispersione dei primi esploratori marittimi dalla regione dell’odierna Indonesia verso il continente di Sahul.

5. Qual è l’importanza delle ricerche archeologiche subacquee in Australia?
La ricerca archeologica subacquea in Australia sta contribuendo a una comprensione globale della migrazione umana precoce e dell’impatto dei cambiamenti climatici sulle antiche popolazioni. Fornisce intuizioni cruciali sulla nostra storia umana condivisa e promette di rivelare ulteriori segreti in futuro.

Definitions:
– Stadio Isotopico Marino: Un insieme di periodi geologici caratterizzati da variazioni nel livello del mare, generalmente correlati alle glaciazioni e agli scalamenti del clima.
– Batimetrici: Dati relativi alla profondità e alla forma del fondale marino.
– Arcipelago: Un gruppo di isole.
– Piattaforma continentale: Un’area sommersa vicino alla costa di un continente, di solito poco profonda.
– Demografica: Relativo alla popolazione e alla sua struttura.
– Modellazione demografica: Utilizzo di modelli matematici per studiare e prevedere i cambiamenti nella composizione e nella dimensione della popolazione.

Link correlati:
Quaternary Science Reviews